Imprenditoria Femminile

Cos'è

Incentivo che sostiene la nascita, lo sviluppo e il consolidamento delle imprese guidate da donne attraverso contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati.

A chi si rivolge

Imprese femminili di qualsiasi dimensione, di nuova costituzione o già costituite, con sede in tutte le regioni italiane. Anche le persone fisiche possono presentare domanda di finanziamento, con l’impegno di costituire una nuova impresa o di avviare un’attività di lavoro autonomo dopo l’eventuale ammissione alle agevolazioni.

Cosa prevede

Nuove imprese o imprese costituite da meno di 12 mesi per progetti fino a € 100.000, fondo perduto fino all’80% delle spese (o fino al 90% per donne disoccupate) entro un tetto massimo di € 50.000. per progetti fino a € 250.000, fondo perduto fino al 50% delle spese, fino a un massimo di € 125.000. Imprese già costituite per progetti fino a € 400.000, fondo perduto e finanziamento a tasso zero, con una copertura fino all’80% delle spese ammissibili, per un massimo di € 320.000. Il finanziamento a tasso zero è da rimborsare in otto anni. Tutoraggio, in fase di realizzazione del progetto, per accompagnare le imprese nell’utilizzo delle agevolazioni, supportarle nel predisporre le richieste di erogazione del finanziamento o altra documentazione di progetto. Voucher di € 2.000 da utilizzare a copertura del 50% del costo sostenuto dalle imprese per l’acquisto di servizi di marketing o comunicazione strategica del valore minimo di € 4.000.
Stato incentivo
Tipi di soggetti
Dimensioni
Forme agevolative
Obiettivi finalità

Più dettagli

Obiettivo - Finalità

Forma agevolazione

Costi ammessi

Costi di personale – Formazione Professionale, Costi generali – Spese generali, Immateriali – Diritti Di Brevetto, Immateriali – Licenze, Immateriali – Marchi, Materiali – Immobili, Materiali – Impianti/Macchinari/Attrezzature, Materiali – Progettazione/studi/consulenze, Materie prime, di consumo e merci, Servizi – Altri servizi

Spesa ammessa (min-max)

Fino a 3.000.000 €

Agevolazione concedibile (min-max)

Da definire sulla base di parametri diversi, per il dettaglio consultare il bando dell’incentivo

Tipologia soggetto

Dimensione

Settore attività

Agroalimentare, Moda e Tessile, Chimica e Farmaceutica, Metallurgia, Elettronica, Meccanica, Autoveicoli e altri mezzi di trasporto, Mobili, Edilizia, Fornitura Energia, Commercio, Servizi di trasporto, Alberghiero, Ristorazione, ICT, Cultura, Turismo, Salute, Altri servizi, Artigianato

ATECO

Tutti i settori economici ammissibili a ricevere aiuti

Regioni

Abruzzo – Basilicata – Calabria – Campania – Emilia-Romagna – Friuli-Venezia Giulia – Lazio – Liguria – Lombardia – Marche – Molise – Piemonte – Puglia – Sardegna – Sicilia – Toscana – Trentino-Alto Adige/Südtirol – Umbria – Valle d’Aosta/Vallée d’Aoste – Veneto

Comuni

Ambito territoriale speciale

Non applicabile

Altre caratteristiche

Autoimprenditorialità – Micro e PMI – Sostegno alle imprese – Occupazione

Soggetto gestore

Invitalia – Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa S.p.A.

Obiettivo – Finalità

Forma agevolazione

Costi ammessi

Spesa ammessa (min-max)

Agevolazione concedibile (min-max)

Tipologia soggetto

Dimensione

Settore attività

ATECO

Regioni

Comuni

Ambito territoriale speciale

Altre caratteristiche

Soggetto gestore

Ottieni informazioni