Apprendistato D.Lgs. 167/2011

Il contratto di apprendistato è il canale privilegiato per favorire l’inserimento lavorativo dei giovani nel mercato del lavoro; può anche essere considerato strumento fondamentale nella diffusione tra le aziende di una cultura della formazione e dell’investimento nelle risorse umane come fattore di crescita e di sviluppo.

L’incontro tra formazione e lavoro diviene per l’apprendista un’opportunità di arricchimento professionale e personale attraverso l’acquisizione di nuove competenze e l’esperienza sul campo, mentre per l’Azienda è un’occasione di accrescere la propria realtà organizzativa con risorse maggiormente preparate e competitive. L’aspetto dominante deve diventare, pertanto, quello della formazione in termini di riduzione della distanza scuola-lavoro e altresì di un apprendimento finalizzato all’investimento personale e organizzativo.

LA PROPOSTA DI MASTER

Master ha sviluppato un progetto che agevoli l’applicazione del contratto di apprendistato, e rafforzi il rapporto tra i soggetti che interagiscono nella sua realizzazione.

Da un lato si vuole semplificare il processo di gestione all’impresa offrendo un servizio di assistenza integrata durante il periodo di apprendistato e dall’altro dare all’apprendista un servizio idoneo ad una sua reale valorizzazione tecnico-professionale e personale.

In questo quadro, l’Impresa sarà supportata nell’intero percorso di apprendistato a livello procedurale e a livello specialistico garantendo il raggiungimento degli obiettivi in termini di risultati attraverso due tipi di assistenza:

- Assistenza tecnica ha il compito di snellire il sistema procedurale previsto dalla normativa e dalla tipologia contrattuale;
- Assistenza specialistica mira alla realizzazione di un piano formativo che abbia obiettivi in termini di efficacia e di reale utilità.

Il progetto si propone infatti di intervenire nella crescita lavorativa e individuale dell’apprendista non solo attraverso una serie articolata di azioni che assicurino l’erogazione della formazione ma soprattutto che garantiscano il raggiungimento di un reale apprendimento che possa essere patrimonializzato dal lavoratore.

La dualità del progetto vedrà fin dall’avvio delle attività la condivisione tra impresa e apprendista di un “patto formativo” che definirà gli obiettivi del percorso didattico, i ruoli e i reciproci impegni.

Il Piano Formativo Individuale (PFI), verrà definito insieme al tutor aziendale e all’apprendista e indicherà le competenze che il lavoratore dovrà acquisire per assumere il ruolo definito dalla figura professionale di riferimento.
Master, quindi, sarà di supporto all’azienda nella definizione delle competenze determinanti nello sviluppo dell’azione formativa e nella scelta dei moduli in termini di coerenza con il progetto complessivo.

Inoltre, sarà riservata particolare attenzione agli strumenti di verifica e di valutazione in itinere e finale. Il monitoraggio delle attività sarà strutturato in modo tale da accompagnare e supportare l’intero percorso formativo dell’apprendista, al fine di garantire la corretta realizzazione delle diverse fasi del progetto. Il sistema di monitoraggio utilizzerà, tra l’altro, strumenti di osservazione, accertamento e tempi di intervento definiti ad hoc, finalizzati ad una adeguata validazione dei risultati conseguiti.

Scarica la brochure FORMAZIONE APPRENDISTI per avere maggiori informazioni!