Credito d’imposta R&S

Credito d’imposta – Ricerca e Sviluppo 2015-2020

È una nuova agevolazione introdotta nella forma di credito d’imposta, utilizzabile esclusivamente in compensazione, a favore delle imprese che effettuano investimenti in attività di ricerca e sviluppo.

Decreto MEF-Mise 27 maggio 2015 attuazione del credito d’imposta per attività di ricerca e sviluppo (GU n.174 del 29/7/2015) – modificato con legge di stabilità 2017.

Caratteristiche dell’incentivo:

  • carattere di misura generale non selettiva;
  • finanziamento diretto con risorse statali;
  • incentivo «automatico», immediatamente efficace e disponibile per la generalità delle imprese.

 

Le novità della Legge di Stabilità 2017

  • Il Credito d’imposta per Ricerca e Sviluppo 2017 passa al 50 % per tutte le tipologie di spese ammissibili;
  • Credito d’imposta Ricerca e Sviluppo è esteso anche a  soggetti non residenti;
  • Credito d’imposta massimo concedibile per beneficiario elevato a 20 milioni di euro;
  • Superata la distinzione tra personale tecnico e personale altamente qualificato.

 

Credito d’imposta R&S

Beneficiari:

Tutte le tipologie di imprese, gli enti non commerciali, i consorzi e reti d’impresa, a prescindere dalle dimensioni aziendali, dalla forma giuridica e dal settore di attività, vengono inclusi anche i soggetti non residenti.

Agevolazione:

Le imprese che effettuano investimenti in ricerca e sviluppo avranno la possibilità, per gli anni 2017, 2018, 2019 e 2020, di  ottenere un’agevolazione fiscale, sotto forma di credito d’imposta.

Il credito d’imposta spetta fino a un importo massimo annuale di 20 milioni per ciascun beneficiario .

La spesa complessiva per investimenti in ricerca e sviluppo effettuata in ciascun periodo d’imposta in relazione al quale si intende fruire dell’agevolazione deve ammontare ad almeno 30.000 euro.

Il calcolo

Il meccanismo di calcolo del credito d’imposta è di tipo incrementale:

il credito d’imposta per attività di ricerca e sviluppo sarà riconosciuto nella misura unica del 50 % delle spese ammissibili sostenute in eccedenza rispetto alla media degli investimenti in ricerca e sviluppo realizzati nei periodi d’imposta 2012 – 2013 – 2014.

Il beneficio

L’agevolazione ha carattere automatico: per ottenerla non occorre  un’autorizzazione preventiva, ma è sufficiente indicarla nella dichiarazione dei redditi.

Il credito è utilizzabile esclusivamente in compensazione attraverso il modello F24 dal periodo d’imposta successivo a quello in cui i costi sono stati sostenuti.

 

Le attività finanziabili

SVILUPPO PRODOTTO: 

Ideazione e progettazione indirizzata alla realizzazione di un prototipo, le fasi di test e di ottimizzazione, fino alla definizione del processo di industrializzazione.

SVILUPPO DI PROCESSO:

Attività̀ di analisi e ridefinizione del processo produttivo, progettazione di nuove linee produttive (esclusa la realizzazione a meno che non si tratti di linea pilota).

Tra tali attività si inseriscono anche le eventuali modifiche evolutive di processo (nuovi apparati, macchine e sistemi di controllo). Sempre tra tali attività si possono annoverare quelle conseguenti alle adozioni di strumenti di progettazione, gestione o di controllo automatizzato – come software specialistici, schedulatori, sistemi di Business Intelligence, strumenti evoluti CAD, CAE, CAM ed ERP.

SVILUPPO COMMERCIALE E DI SERVIZIO:

Attività di analisi di mercato, di benchmark, di prospezione per definire un modello di penetrazione commerciale o di marketing finalizzato ad un prodotto o ad un servizio.

Attività ammissibili in breve

Acquisizione e implementazione di nuove conoscenze e capacità esistenti di natura scientifica, tecnologica e commerciale; ricerche e indagini per nuovi prodotti (beni e servizi) o processi produttivi; produzione e collaudo di  prodotti,  processi  e  servizi, per modificare o migliorare le prestazioni dei prodotti o processi esistenti in misura significativa.

Attività escluse

Modifiche ordinarie o  periodiche  apportate  a  prodotti,  linee  di produzione, processi di  fabbricazione,  servizi  esistenti  e  altre operazioni  in  corso,  anche  quando  tali  modifiche  rappresentino miglioramenti.

Spese ammissibili

  • quote  di  ammortamento  delle  spese   di   acquisizione   o utilizzazione di strumenti e attrezzature di laboratorio;
  • spese  relative  a  contratti  di   ricerca   stipulati   con università, enti di ricerca e  organismi  equiparati,  e  con  altre imprese comprese le start-up innovative
  • competenze  tecniche  e  privative  industriali,  anche acquisite da fonti esterne;
  • personale impiegato nelle attività’  di ricerca e sviluppo; dipendente dell’impresa, indipendentemente dal titolo di studio o in rapporto di collaborazione con la stessa.

Cumulabilità 

L’incentivo, in quanto misura generale, non pone deroghe alle regole ordinarie e, pertanto, è pienamente cumulabile con altri incentivi anche qualora fossero riferiti agli stessi costi.

Ad esempio:

  • Super ammortamento 140%
  • Iper ammortamento 250%
  • Patent Box
  • Nuova Sabatini
  • Fondo Europeo di Sviluppo Regionale
  • Contributi alla Formazione
  • Voucher digitalizzazione

Obblighi documentali

  • Elenco investimenti eventualmente realizzati nei periodi di imposta precedenti;
  • Costi del personale impiegato;
  • Strumenti ed attrezzature utilizzate;
  • Contratti di consulenza e relazione attività svolte «extra muros»
  • Report attività di consulenza tecnica;
  • Contratti di acquisizione di privative industriali;
  • Certificazione contabile.

Attività di Consulenza di Processo

  • Predisposizione del progetto da realizzare: analisi storica; motivazioni, finalità, obiettivi, risultati attesi; risorse coinvolte; piano di lavoro; programmazione; definizione sistema di verifiche; sistema di rilevazione dei costi;
  • Assistenza – monitoraggio in itinere;
  • Predisposizione relazione finale del progetto: raccolta documentale di progetto e contabile; determinazione del beneficio; riconciliazione con normativa di riferimento; descrizione attività svolta e risultati raggiunti (ev. O. di R.);
  • Assistenza al RUC per la Certificazione delle spese;
  • Costruzione «Dossier» documentale e materiale.

 

Scarica la Scheda Informativa in pdf.